Il silenzio dell'acciuga- Lorena Spampinato

7 ore 6 min
bookCoverFor

Riepilogo

Sicilia, anni Sessanta. Tresa è una bambina di undici anni a cui la famiglia sembra non riconoscere un’identità autonoma rispetto al gemello Gero. Al momento della partenza del padre, che si trasferisce all’estero in cerca di lavoro, i due fratelli vengono affidati a una zia materna. Ed è qui, sotto l’ala protettiva di una donna fiera e misteriosa, che Tresa inizia finalmente a scoprire la propria intima natura. Non solo quella di persona, ma anche, e soprattutto, quella di donna. Alle soglie dell’adolescenza, ormai, Tresa deve trovare la forza – e lo spazio – per crescere, cambiare ed emanciparsi dallo spietato epiteto con cui è identificata dalla società. "Masculina", infatti, è un'espressione che fa riferimento all’acciuga: un pesce sgraziato, brutto, adatto più che altro a nutrire i poveri. L’emblema stesso di una singolarità femminile che, nell’oppressione di una comunità che non la riconosce, non riesce a trovare la propria voce.

Lorena Spampinato (1990) nasce a Catania. Dopo aver esordito – a soli diciotto anni – con "La prima volta che ti ho rivisto" (Fanucci Editore, 2008), si trasferisce a Roma, dove vive e lavora tuttora, dividendosi fra editing, ufficio stampa e giornalismo. Oltre a "Il silenzio dell’acciuga" (2020), negli ultimi anni ha firmato altri due romanzi: "Quell’attimo chiamato felicità" (2009) e "L’altro lato dei sogni" (2011).
Formato:
Audiolibro
Tempo Audiolibro:
7 ore 6 min
Lingue:
Italiano
Pubblicato:
6/12/2022
Editore Audiolibro:
Saga Egmont
ISBN Audiolibro:
9788728422366